“Dottore ho gli occhi così pesanti, son spenti! Non erano così!”

Synolon Logo Sfondo Trasparente

Purtroppo, chi mi racconta questo, molto spesso ha ragione.

L’invecchiamento del volto prende si presenta anche, forse più che in altre zone, nella zona perioculare.

La zona perioculare…

È una zona estremamente importante per l’estetica del nostro viso e, allo stesso tempo, estremamente delicata. Come spesso accade nel volto, qui si incastrano diverse strutture anatomiche: dalla cute al tessuto adiposo, dai vasi ai nervi, strutture complesse come i nostri occhi e i muscoli che ne permettono il movimento. Senza dimenticare gli annessi cutanei: ciglia e sopracciglia sopra tutti gli altri.

Quali inestetismi?

Sicuramente, i primi ad affliggere l’area sono le borse, un solco lacrimale eccessivamente scavato, una colorazione alterata della cute, blefarocalasi.

Che differenza c’è tra blefaroplastica chirurgica e non chirurgica?

A parte la chiara differenza tra l’uso del bisturi e la sua assenza nel secondo caso, vediamo quali sono le principali differenze.

sguardo medicina estetica occhi

Nella blefaroplastica non chirurgica viene utilizzato un dispositivo al plasma, ossia uno strumento che permette di ionizzare il gas che si interpone tra la punta e la cute. Questo porta ad un aumento di energia localizzato che causa la sublimazione degli strati superficiali della cute.

L’effetto finale è la ridisposizione delle fibre collagene, lo stimolo alla produzione di collagene di nuova sintesi e nuova riepitelizzazione.

È doloroso?

No, viene applicata crema anestetica per almeno 30 minuti. Molto spesso, per ridurre il fastidio post-trattamento, questo viene eseguito in più sessioni.

Dopo posso andare al mare?

No, alcune indicazioni post-trattamento possono essere:

  • corretta igiene degli occhi, solitamente consigliamo la disinfezione per due volte al giorno per i primi 2-3 giorni;
  • uso di compresse fredde o di ghiaccio nelle prime ore dopo il trattamento;
  • uscire di casa preferibilmente con occhiali scuri;
  • non esporsi al sole;
  • evitare cosmetici per la prima settimana;
  • evitare la piscina per i primi 7 giorni.

Ci saranno ematomi?

Solitamente no, la procedura non prevede un interessamento profondo del derma e questo non dovrebbe comportare ematomi. Solitamente, si forma del gonfiore che rimane per le prime ore dopo il trattamento.

Le crosticine rimarranno invece 3-7 giorni e l’eritema (il colore rosso attorno all’occhio) in media per 27 giorni (14-40), anche se, di solito, tende a diminuire e diventare sempre meno visibile.

Come fa la pelle a sparire?

La cute viene effettivamente posta sotto uno stimolo energetico che la porta sublimare, ma questo relativamente solo agli strati superficiali. Usando questa tecnica proprio nell’area di ridondanza cutanea, possiamo causarne una detrazione

…come quando ci scottiamo e la cute “tira”.

Se sono in gravidanza posso farlo?

Non ci sono studi scientifici in merito, ma è preferibile non effettuare il trattamento in gravidanza, allattamento e nei portatori di pace-maker. Questo tipo di trattamento è sconsigliato a chi soffre di patologie oftalmiche croniche e di fenomeni allergici alle palpebre.

blefaroplastica non chirurgica

Quante sedute devo fare?

Non lo si ripete mai abbastanza: è impossibile dirlo con precisione, senza prima aver fatto una visita medica.

Dalle 2 alle 4 sedute.

Devo essere ricoverata?

Assolutamente no, il trattamento non necessita di ricovero!

Quando lo consiglieresti?

È un trattamento che da molta soddisfazione, con un impegno davvero limitato. I casi in cui la lassista cutanea è lieve e moderata sono quelli che danno più soddisfazione dal punto di vista del risultato.

Synolon Medicina Estetica S.r.l.
IG: synolonmedicinaestetica
segreteria@synolon.it
Tel: +39 371 38 06 726

Dir. San. Dott. Lorenzo Spadotto
O.M. di Venezia n. 7112
IG: drlorenzospadotto

it_IT
Call Now Button