Lo zigomo è un punto focale dell’estetica del volto che è interessato da numerosi fattori: sesso, età, grado di invecchiamento cutaneo.

invecchiamento scheletro synolon

L’invecchiamento è un fenomeno che interessa tutti gli esseri viventi, come esseri umani nella ricerca estetica tentiamo di armonizzare i segni del tempo con il nostro viso.

È ormai molto chiaro che alcune aree del nostro scheletro facciale vanno incontro a riassorbimento osseo durante l’invecchiamento e alcune zone sono più fortemente predisposte al riassorbimento rispetto ad altre. Le zone centrali del volto, la mascella, la regione piriforme del naso, la parte superomediale e inferolaterale della cavità orbitaria, la zona del “prejowl” della mandibola invecchiano più velocemente.

In quest’ottica si inserisce la terapia dell’ipotrofia zigomatica. In questo caso più che in altri, è correttissimo parlare di terapia: il filler (sia a base di acido ialuronico, sia di altra natura) ha l’obiettivo di ripristinare l’osso o il tessuto adiposo o migliorare la cute.

Trattare lo zigomo non significa “gonfiare” lo zigomo.

È inutile dire che l’appartenenza al sesso maschile e femminile è la prima grande differenza che deve essere presa in considerazione quando si affronta quest’area.

Chris Synolon
Candice Synolon

Ma cosa succede quando dobbiamo pensare allo zigomo “negli anni” e a come il tempo incida sull’osso, sullo strato adiposo, sui muscoli e sulla cute?

Fondamentale, a questo punto ricordare l’immagine iniziale e pensare dove poter agire per ripristinare lo status quo.

Si distinguono, quindi, due diverse tipologie di trattamento:

  1. zigomo nell’individuo con età biologica più bassa
  2. zigomo nell’individuo con età biologica più elevata

Nel primo caso l’obiettivo è quello di rendere lo sguardo più attraente e il profilo del viso più leggero. Nel secondo è necessario agire su punti precisi, spesso mediani per creare un nuovo sostegno e ridurre la stanchezza del volto.

Invecchiamento cute
de maio synolon

Non è una regola standard, ma per capirci aiuta molto questa immagine, dove i punti di iniezione vengono schematizzati.

Ck2 e Ck3 sono punti tipici di terapia dello zigomo nel caso 2, anche se spesso è necessario trattare anche Ck1. Bisogna partire dal presupposto, infatti, che l’invecchiamento è un fenomeno generalizzato, anche se più o meno evidente con importante variabilità intraindividuale e interindividuale.

È importante però ribadire il concetto per cui

trattare lo zigomo non significa gonfiarlo, ma ripristinare ciò che si è perso o enfatizzare elegantemente alcuni tratti del volto.

Synolon Medicina Estetica S.r.l.
IG: synolonmedicinaestetica
segreteria@synolon.it
Tel: +39 371 38 06 726

Dir. San. Dott. Lorenzo Spadotto
O.M. di Venezia n. 7112
IG: drlorenzospadotto

DrLorenzoSpadotto

DrLorenzoSpadotto

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l'Università degli Studi di Padova, durante questi anni approfondisce la branca chirurgica. Approfondisce poi la Medina Estetica con un Master presso l'Università degli Studi di Parma, la Scuola Superiore Post-Universitaria in Medicina Estetica “Agorà” di Milano e la Società Italiana di Mesoterapia.

it_IT
Call Now Button